Articoli news

I giovani a Mortara: risultati del sondaggio online

Il 22 maggio la Contrada la Torre ha lanciato un sondaggio online anonimo, rivolto ai giovani dai 14 ai 35 anni, con l'obiettivo di dare una quantificazione alla necessità di luoghi di ritrovo e di valutare il rapporto dei più giovani con il mondo delle associazioni. Come prevedibile, emerge l'esigenza di altri luoghi di ritrovo; forse meno prevedibili le percentuali così alte (60%-80%). Molti giovani hanno ritrovi abituali, ma in maggioranza informali (strade, parchi, case); spesso sentono la necessità di spostarsi fuori città per passare il tempo libero con gli amici. Inoltre, solo una minoranza di giovani frequenta associazioni; anche chi vorrebbe farne parte incontra difficoltà a trovare il sodalizio giusto o persone a cui rivolgersi. Di seguito entriamo nei dettagli principali; stiamo lavorando alla redazione di un documento più completo sugli esiti dell'indagine.

 

Il questionario è stato strutturato in due aree tematiche: una rivolta ai luoghi di ritrovo abituali delle ragazze e dei ragazzi; l’altra riguardante il rapporto col mondo delle associazioni. 

Sono giunte 255 risposte in totale, con una larga maggioranza (76%) nella fascia 14-19. Circa metà del campione è composto da non residenti a Mortara, concentrati nella fascia più giovane. Questi ultimi due fattori sono il risultato della collaborazione delle scuole superiori, che ringraziamo, le quali hanno diffuso il questionario tra le classi. 

A seguire i dati più rilevanti.

Un terzo dei giovanissimi, della fascia 14-19, non ha un luogo di ritrovo con gli amici. Nelle fasce di età più alte la carenza di luoghi di ritrovo aumenta, fino a superare il 50%.

Complessivamente, solo un terzo di chi ha risposto affermativamente si ritrova in luoghi formali come bar e locali; i più prediligono luoghi informali, come piazze, case o parchi.

Tra i residenti a Mortara, più del 60% dei giovanissimi e fino all’80% nelle fasce più adulte, sentono il bisogno di spostarsi fuori dalla loro città. Sostanzialmente, con le stesse percentuali, è espressa la necessità di avere altri luoghi di ritrovo. In essi emerge il desiderio di svolgere attività principalmente di tipo sociale (73%), ricreativo (59%), culturale (37%) e sportivo (36%). Da notare che è possibile che “sociale” sia stato inteso non solo in senso di “solidale”, ma anche di “aggregativo”.

Per quanto riguarda la seconda parte del sondaggio, il dato più rilevante è che l’84% di coloro che hanno risposto non fa parte di un’associazione.

Fra questi, solo circa un terzo non ha interesse, un altro terzo dice di non aver abbastanza tempo da dedicare; i restanti, crede che ci siano mancanza di comunicazione o di offerta da parte delle stesse.

Abbiamo dato, infine, la possibilità agli intervistati di fornire la propria e-mail per essere aggiornati sull’andamento del progetto ed essere eventualmente coinvolti. Questo coerentemente con la nostra visione di design di processo, ovvero far sì che i destinatari del progetto siano essi stessi anche protagonisti delle idee da far germogliare nel Palazzo Lateranense.

Rinnova il tesseramento!

Clicca sul bottone qui sotto per versare la quota associativa per l'anno in corso.

GRAZIE!